Il Milan dopo il derby perso con l’Inter 4-2 (Rebic, Ibrahimovic, Brozovic, Vecino, De Vrij, Lukaku) si ritrova in coppa italia contro la Juventus, dalle voci che circolano a Milanello non c’è stata una vera e propria strigliata, ma solo confronti per capire come il Milan abbia avuto un calo in partita. I rossoneri si aggrapperanno ancora a Ibra per la semifinale, come si è visto nel derby lo svedese trascina la squadra ai gol, al ritmo gara, alla concentrazione ma poi quando cala lui cala il Milan e un solo giocatore non può trascinare tutta la squadra. Ecco in vista della partita cercheranno di capire cosa servirà per trovare equilibrio e trovare fiducia per una partita non facile.

Pioli parla del derby:

“Dovevamo stare più attenti, l’inter è una squadra abituata a giocare certe partite quindi sono stati più determinati,attenti e hanno avuto anche un pò di fortuna.
Sono arrabbiato con i miei giocatori: avevamo dei compiti in fase difensiva e come abbiamo mollato un pò abbiamo pagato. E’ stata la miglior prestazione del Milan di quest’anno perchè abbiamo messo sotto un avversario forte”.

“Il primo tempo è stato giocato come preparato in settimana e dopo il doppio vantaggio meritavamo qualcosa di più per quanto dimostrato. I due gol presi hanno cambiato la partita, anche se abbiamo avuto la possibilità di pareggiarla con il colpo di testa di Ibra. Sui i primi due gol sono state troppe le disattenzioni. E’ un peccato che abbiamo penalizzato una prestazione importante”.

I tifosi rossoneri dopo il derby guideranno la squadra a San Siro in 70 mila contro la Juventus di Maurizio Sarri.

Milan – Juventus giovedì ore 20:45

La partita sarà diretta da Valeri, gli assistenti Biondi e Fiorito, quarto uomo Chiffi.

Il Milan ritrova Calabria nella corsia di destra, con Musacchio che prende il posto di Kjaer, il centrocampo con il turco preferito a Bonaventura e Leao in attacco questa volta al posto di Rebic.

Questa la probabile formazione dei rossoneri :
Donnarumma, Calabria, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez, Kessiè, Bennacer, Castillejo, Calhanoglu, Leao, Ibrahimovic. All. Stefano Pioli

Il Milan punta su Leao, calciatore pagato 70 milioni che però ancora deve trovare spazio nella formazione, un giocatore giovane ma con doti fondamentali per essere una futura promessa . Velocità e dribbling per meritarsi un posto da titolare e magari beneficiare il Milan su questo punto. Theo Hernandez dice: chi non ha piacere di giocare nel Milan non capisce nulla di calcio.

Statistiche
Milan – Juventus si sono affrontate 25 volte in Coppa Italia: sette vittorie rossonere, undici vittorie bianconere e sette pareggi.
Equilibrio in casa dei rossoneri con tre vittorie e pareggi a testa.
Il Milan dal 1985 non vince una partita in Coppa Italia contro la Juventus, da quel momento quattro pareggi e otto successi per i bianconeri.
Nelle ultime tre semifinali il Milan ha passato due volte il turno. Contro la juventus ha passato il turno nel 1967, venendo eliminato nelle tre successive occasioni.
Il Milan delle 16 semifinali di andata di Coppa Italia ha vinto solo due volte, con quattro pareggi e 10 sconfitte.

Calciomercato Milan
I rossoneri stanno già guardando il mercato e capire chi può fornire rendimento costante e qualità. Il primo tassello sembrerebbe il portiere Gigi Donnarumma, che a quanto pare sembrerebbe quello più incerto e il club rossonero non avrebbe un piano preciso per trattenerlo, il Real Madrid sembra essere in poli per il portiere. Giacomo ‘Jack’ Bonaventura è un possibile partente perchè è in scadenza di contratto, quindi c’è da monitorare la situazione di Krunic, Bennacer, e Hakan Calhanoglu, il turco può essere impostato in mediana davanti alla difesa. In attacco c’è il riscatto per giugno 2021, di Rebic che nell’operazione rientra Andrè Silva con l’Eintracht Francoforte. Leao invece è un progetto su cui il Milan intende lavorare bene, però ha bisogno di un’attaccante da 20 gol.