A campionato chiuso è arrivato il momento di tirare le somme. Il Milan di Gattuso non ha ottenuto i risultati desiderati. Nonostante fosse nell’aria l’addio di Gattuso, lo scossone arrivato in casa rossonera ha stupito tutti soprattutto nei modi e le ultime news del Milan lo dimostrano. Ringhio ha deciso di lasciare, rinunciando così a due anni di contratto, consapevole del fatto che il suo lavoro a Milanello era ormai finito. «Decidere di lasciare la panchina del Milan non è semplice. Ma è una decisione che dovevo prendere. La mia è una scelta sofferta, ma ponderata. Rinuncio a due anni di contratto? Sì, perché la mia storia col Milan non potrà mai essere una questione di soldi» Una rinuncia importante che ora costringe Gazidis a stringere per il prossimo allenatore, l’AD rossonero ha in mente cinque nomi top che proverà a portare a Milanello nei prossimi giorni.
l primo nome nella lista rimane sempre quello di Leonardo Jardim, che arriverebbe insieme al prossimo Direttore Sportivo rossonero Luis Campos. L’attuale tecnico del Monaco vuole una nuova sfida dopo esser tornato nel Principato e aver salvato Falcao e compagni da un retrocessione che avrebbe avuto un sapore clamoroso.
Un nome che sta prendendo quota nelle ultime ore è quello di Marco Giampaolo. Il tecnico della Samp ieri si è incontrato con Ferrero e il meeting non ha portato alla conferma, anzi sembra che le parti siano pronte ad un imminente divorzio. Con Giampaolo cambierebbe la filosofia dei rossoneri, giovani di qualità che vengono formati da un allenatore bravissimo nel valorizzare talenti freschi, proprio come vorrebbe Gazidis
Un nome più “pratico” ma che garantisce risultati è quello di Simone Inzaghi, sempre più vicino a lasciare Roma e la panchina dei biancocelesti. Dopo aver vinto la Coppa Italia contro l’Atalanta, Inzaghi non ha più parlato del suo futuro e non sarebbe da escludere il suo addio. Con Inzaghi si punterebbe sulla Champions fin da subito.
Il sogno quasi proibito di Gazidis è però Massimiliano Allegri, che è stato contattato qualche giorno fa direttamente dall’Amministratore Delegato rossonero. La Champions avrebbe aiutato, ma di fronte a un progetto ambizioso fin da subito Allegri sarebbe disposto a tornare a Milanello. Da capire se Gazidis è pronto a chiudere un occhio sull’idea di puntare solo su giovani talenti, perché Max chiederebbe almeno due-tre colpi d’esperienza provenienti da Torino.
L’ultimo nome, quello teoricamente più facile da portare a Milanello rimane Eusebio Di Francesco. Dopo esser stato in pole per tutto il mese di aprile, le quotazioni dell’ex tecnico della Roma sono decisamente in ribasso. Non convince pienamente il suo profilo, nonostante la sua capacità di valorizzare molti giovani come fatto nella sua precedente avventura al Sassuolo.